Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per offrirti un servizio migliore. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui (cliccando su questo link acconsenti all'uso dei cookie). Cliccando sul bottone 'Accetto' acconsenti all'uso dei cookie.

Accetto

A causa della costante fluttuazione valutaria, tutti i pacchetti verranno riquotati con i cambi odierni in fase di preventivo.

Sudafrica

South Africa - Hluhluwe-Umfolozi Game Reserve
South Africa - Hluhluwe-Umfolozi Game Reserve
South Africa - Cape Town, Bo-Kaap style houses
South Africa - Cape Town, Bo-Kaap style houses
South Africa - Western Cape, Franschhoek
South Africa - Western Cape, Franschhoek
South Africa - Samara Private Game Reserve
South Africa - Samara Private Game Reserve
South Africa - Western Cape, Klein Karoo
South Africa - Western Cape, Klein Karoo
South Africa - Whale watching in Walker Bay
South Africa - Whale watching in Walker Bay
Richiedi Chiamaci

Un caleidoscopio di paesaggi, popoli e animali. Con 19 parchi nazionali, una moltitudine di riserve naturali e alcuni fra gli scenari più sorprendenti al mondo. E' il Sudafrica, la "nazione arcobaleno".

Proposte di viaggio
Quando andare?
  • MAR
  • SET
  • OTT
  • NOV
Da non perdere
  • Deserto del Kalahari

    Il deserto del Kalahari è una terra immutata nel tempo, non ancora aggredita dall’avanzata della civiltà occidentale e della modernizzazione. Deserto anomalo, è occupato per l’80% da sabbie infinite, in un’alternarsi di piatte e desolate pianure, colline, pozze saline, letti di fiumi ormai asciutti, ma anche di dune, savane e boscaglie di acacie. Il Kalahari, come tutti i più vasti deserti nel mondo, evoca immagini di infiniti orizzonti dorati, ambienti caldi e torridi, e cieli color azzurro intenso. Il paesaggio offre stupende vedute panoramiche e indimenticabili avventure – dai safari in 4x4 alle escursioni a piedi con i boscimani – attraverso selvagge distese eternamente baciate dal sole.

  • Johannesburg

    “Jo’burg”, “Jozi”, “eGoli” sono alcuni dei nomi con cui viene chiamata Johannesburg, terza metropoli d’Africa e principale scalo sudafricano. Durante una sosta in città è da visitare Constitution Hill, per conoscere il turbolento passato del Sudafrica e la sua straordinaria transizione verso la democrazia.L’Apartheid Museum, primo nel suo genere, illustra in modo innovativo la nascita e la caduta dell’Apartheid, oltre a rappresentare un superbo esempio di design. Soweto (contrazione di South Western Towniships) è la famosa township nera che ebbe un ruolo fondamentale nella lotta all'Apartheid e che molto spiega della complicata realtà sudafricana. Oggi Soweto è una realtà urbana estremamente varia, in cui, accanto a baracche di lamiera e cartone, sorgono lussuose ville di qualche star della musica pop o del cinema.

  • Parco Nazionale Addo Elephant

    Istituito nel 1931 per salvare dall’estinzione gli ultimi 11 elefanti dell’area, oggi vi sono oltre 300 pachidermi nel parco e sono facilmente avvistabili grazie alla morfologia pianeggiante della zona. Il parco dispone di due abbeveratoi naturali dove gli elefanti si concentrano sovente, anche a centinaia. Oltre agli elefanti il parco ospita i rari rinoceronti neri, questi più difficili da scorgere, ma egualmente affascinanti, diverse specie di antilopi e una varietà incredibili di specie ornitologiche. Il paesaggio ha diversi micro eco-sistemi: i gentili pendii ondulati delle Zuurberg Mountain, le pianure dello Speckboom, i paesaggi costieri e il tipico bush sudafricano.

  • Garden Route

    La Garden Route è la strada costiera che unisce Mossel Bay a Plettenberg Bay, sebbene alcuni tendano a includere il tratto che prosegue verso il parco di Tsitsikamma fino a raggiungere Port Elizabeth. L’itinerario abbraccia uno splendido tratto di verde litorale le cui attrattive principali sono costituite da magnifiche spiagge e foreste indigene ricche di fiori selvatici. Cuore della Garden Route è la cittadina di Knysna, con la sua laguna e le famose alture – The Heads – che le circondano. Tuttavia, altre piccole località sono ancora quasi del tutto inesplorate dal turismo di massa e convogliano un senso di autenticità. La Garden Route è un paradiso per gli entusiasti dell’escursionismo, sia a piedi sia in bicicletta, oltre che un’ottima destinazione per i viaggi self-drive.

  • Cape Town, Cape Peninsula e Route 62

    “The Mother City”, così come viene chiamata dai sudafricani Cape Town, estesa fra la maestosa Table Mountain e l’Oceano Atlantico, è una delle città più belle al mondo. Gli stili architettonici vanno dal Cape Dutch al settecentesco georgiano, dall’affascinante recency al vittoriano, fino ai giorni nostri. Cosa vedere a Cape Town? L’animato Victoria & Alfred Waterfront, Robben Island –sito Unesco dove fu detenuto Nelson Mandela –, Signal Hill, il quartiere di Bo-Kaap e i giardini botanici di Kirstenbosch, situati sul versante orientale della Table Mountain e considerati tra i più belli al mondo. 

    Fuori dalla città sono da scoprire le suggestive località della Cape Peninsula: le spiagge di Camps Bay, False Bay, Hout Bay e la Chapman’s Peak Drive, una strada costiera dai panorami mozzafiato. E ancora Muizenberg, dalle variopinte cabine vittoriane sulla spiaggia, la cittadina di Simon’s Town, la colonia di pinguini che affollano Boulders Beach e Duiker Island, l’isola delle foche e il suggestivo promontorio roccioso di Cape Point.

    Da Cape Town inizia la famosa “Route 62”, la strada che attraversa il Western Cape collegando Cape Town ad Oudtshoorn e proseguendo poi fino a Port Elizabeth. Rappresenta un’alternativa più breve e scenografica rispetto all’autostrada N2.

  • Regione dei Vigneti

    Le famose Winelands, che si estendono intorno a Stellenbosch, sono la zona di produzione vinicola più bella del Sudafrica. Le vigne si incrociano a formare disegni geometrici sulla superficie delle fertili valli, attraversate da catene montuose, che svettano a più di 1.500 metri, creando notevoli effetti scenografici e panorami eccezionali. Stellenbosch è rinomata per i graziosi edifici Cape Dutch e per le maestose querce che costeggiano le strade.  La pittoresca cittadina di Franschhoek è una curiosa mescolanza di stili – Cape Dutch, vittoriano e georgiano –, ospita interessanti gallerie d’arte e negozi di antiquariato.La Constantia Valley, invece, è situata a sud di Cape Town, e rappresenta un’altra regione che eccelle nella produzione vitivinicola. Con la sua storia, i vigneti, i famosi poderi antichi in stile Cape Dutch, gli eccellenti ristoranti, l’architettura olandese, il mercato dell’artigianato e i viali fiancheggiati dalle querce, è un’esperienza di gusto strabiliante.

  • Overberg, Hermanus e Walker Bay

    A est della Cape Peninsula si estende la regione dell’Overberg, letteralmente “oltre le montagne”. La regione è particolarmente ricca di fynbos, la vegetazione tipica del Capo fra cui spiccano eriche e protee. Fra le principali località: Walker Bay e la cittadina di Hermanus, Swellendam e Cape Agulhas – dove oceano Atlantico e Indiano s’incontrano.La cittadina costiera di Hermanus è passata dall’essere un semplice villaggio di pescatori ad una località rinomata a livello internazionale. Hermanus si trova all’interno della Walker Bay, la baia dalle lunghe spiagge di sabbia che offre ottimi punti d’avvistamento per le balene; nel periodo compreso fra luglio e novembre i grossi cetacei arrivino fin qui e si spingono a volte persino nelle calme acque del porticciolo di Hermanus. I sentieri che si snodano tra la vegetazione costiera, offrono splendide vedute panoramiche sull’oceano. 

  • Deserto del Karoo

    Il Karoo è una regione arida dell’entroterra sudafricano; si divide due aree: il Groot Karoo e Klein Karoo – rispettivamente grande Karoo, situato nella parte settentrionale, e piccolo Karoo, che costituisce l’area più meridionale. Il Groot Karoo è un vasto, antico altopiano, magnifico sia per la sua storia sia per la sua vacuità. Il paesaggio è un’enorme distesa arida e arsa dal sole cocente, dove infinite pianure si espandono fra nude catene montuose punteggiate qua e là solo da solitari mulini a vento.Il Klein Karoo invece, è una regione di fertili vallate racchiuse fra i monti Outeniqua, Langeberg e Swartberg. I viaggiatori che percorrono la Route 62 e si fermano in quest’area, scoprono panorami spettacolari, passi montani di straordinaria bellezza e un passato ricco di storia. Qui si trovano la cittadina di Oudsthoorn, famosa per le numerosissime fattorie in cui vengono allevati gli struzzi, e le magnifiche Cango Caves.

  • Parco Nazionale Kruger

    Il Kruger National Park prende il nome dal Presidente Paul Kruger, leader carismatico Afrikaner. Situato nell’angolo nord-orientale del Mpumalanga, confina con il Mozambico e si estende per 20.000 kmq, tra il fiume Limpopo a nord e il Malelane a sud. E’ il parco più grande e famoso dell’Africa australe, nonché primo parco nazionale del Sudafrica. Vero santuario naturalistico, è lungo 350 km e largo 60 km, su di una superficie di 20.000 km quadrati. Al suo interno vivono 114 specie di rettili, 34 di anfibi, circa 50 di pesci, oltre 500 di uccelli (di cui 15 tipi di aquile) e 147 di mammiferi. Si avvistano con facilità i famosissimi Big 5: leoni, elefanti, leopardi, bufali e rinoceronti. All’interno del Kruger è possibile effettuare safari diurni, utilizzando la propria auto e seguendo i percorsi indicati.Nell’area occidentale del Kruger si trovano anche numerose riserve private, con lodges e campi tendati al loro interno. Il vantaggio rispetto al parco è la tranquillità che si gode durante i safari. In alcune riserve private inoltre, è possibile effettuare safari anche dopo il tramonto. Fra le riserve private: Sabi Sands, Manyeleti, Timbavati, Thornybush, Kapama, Balule e Mala Mala.

  • St. Lucia Wetland Park e Hluhluwe-Umfolozi Game Reserve

    Il Greater St. Lucia Wetlands Park, rinominato nel 2007 iSimangaliso Wetland Park, è situato lungo la costa a nord di Durban e si snoda attorno ai 40 km di lunghezza del lago St Lucia. Include savane, praterie e paludi di mangrovie, otto riserve e quattro zone acquitrinose di importanza internazionale. Qui vive la più numerosa popolazione di coccodrilli e ippopotami del Sudafrica ed è l’unica area per la protezione delle tartarughe caretta e liuto. Fra gli altri animali: rinoceronti, bufali, ghepardi, zebre e giraffe. 

    Poco distante dal lago St Lucia si trova il parco che, insieme al celebre Kruger, in quanto a fauna è il più interessante del Sudafrica: la Hluhluwe-Umfolozi Game Reserve. Nonostante la superficie non sia estremamente estesa, la concentrazione di animali selvatici è altissima. Nel XIX secolo era territorio di caccia del re Shaka - sovrano degli Zulu -, poi nacque l’attuale riserva: è popolata dai Big 5, fra cui spicca il rinoceronte bianco, ghepardi e centinaia di specie di uccelli.