Questo sito utilizza cookie di profilazione, anche di terze parti, per offrirti un servizio migliore. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui (cliccando su questo link acconsenti all'uso dei cookie). Cliccando sul bottone 'Accetto' acconsenti all'uso dei cookie.

Accetto

A causa della costante fluttuazione valutaria, tutti i pacchetti verranno riquotati con i cambi odierni in fase di preventivo.

Abu Dhabi

Abu Dhabi - Desert Islands
Abu Dhabi - Desert Islands
Abu Dhabi - Discovery Islands
Abu Dhabi - Discovery Islands
Abu Dhabi - Sir Bani Yas Island
Abu Dhabi - Sir Bani Yas Island
Abu Dhabi - Rub Al Khali desert
Abu Dhabi - Rub Al Khali desert
Abu Dhabi - Sheikh Zayed Grand Mosque
Abu Dhabi - Sheikh Zayed Grand Mosque
Richiedi Chiamaci

Dal parco tematico Ferrari ai nuovi musei, dall'isola di Sir Bani Yas al deserto. Abu Dhabi è un mix audace di tradizione araba e coraggiosa innovazione, a cui nemmeno i grandi dell'arte hanno saputo resistere...

Proposte di viaggio
Quando andare?
  • FEB
  • MAR
  • APR
  • OTT
  • NOV
  • DIC
Da non perdere
  • Sir Bani Yas Island

    Un mare dalle acque tiepide e cristalline circonda l’isola, meravigliose spiagge di sabbia bianca e fine ne delineano il contorno… Il tempo si dilata all’infinito, si confonde con la linea sfumata dell’orizzonte, e la quiete pervade l’atmosfera inducendo alla contemplazione. Sir Bani Yas Island è raggiungibile in aereo da Abu Dhabi o via terra fino al porto di Jabel Dhanna, per poi proseguire via mare. All’arrivo, ad accogliere il visitatore ci sono antilopi, fenicotteri e un paesaggio dalle sfumature multicolore: dal blu intenso del mare alle tonalità rosse dei rilievi. Delle otto Desert Islands, Sir Bani Yas è la maggiore ed è riserva naturale. Destinata alla conservazione dell'elegante orice, l'isola ospita numerosi altri animali che popolano terra, cielo e mare: ghepardi, giraffe, delfini, tartarughe, dugonghi…

  • Yas Marina Circuit e Ferrari World Abu DHabi

    Yas Marina Circuit è il più innovativo e lussuoso circuito automobilistico che sia mai stato costruito. Lungo 5,55 km, si trova sulla stupefacente Yas Island, alle porte della città. È l’unico al mondo in cui la pista è sovrastata da un hotel a 5 stelle e da una torre alta 60 metri alimentata ad energia solare. Nel novembre 2009 ha ospitato per la prima volta il Formula 1™ Etihad Airways Abu Dhabi Grand Prix, la gara che ha festeggiato l’inaugurazione del Circuito.

    Yas Island ospita il Ferrari World Abu Dhabi, il più grande parco tematico al coperto del mondo. Ospita al suo interno oltre venti attrazioni capaci di far vivere un’esperienza Ferrari a 360 gradi. Dalla storia di una leggenda alla scuola guida, fino all’incredibile Formula Rossa, le montagne russe dove si vola alla velocità di 240km/h. 

  • Corniche

    Una delle zone più gradevoli di Abu Dhabi è il lungomare, o “Corniche”; rinnovata di recente, è animata da ristoranti, caffè, negozi e giardini. La Corniche Road si estende per ben otto chilometri con il suo lungomare finemente curato, che include parchi giochi per bambini, aree ciclabili, percorsi pedonali, caffè e ristoranti e la Corniche Beach, un parco balneare sorvegliato da bagnini.  Per ammirare la città da lontano, non c'è nulla come una crociera lungo la Corniche a bordo di un tradizionale dhow o su una moderna barca a motore. 

  • Gran Moschea dello Sceicco Zayed

    La Sheikh Zayed Grand Mosque, meraviglia dell’Islam e prezioso tesoro architettonico degli Emirati, è una delle più grandi moschee al mondo, capace di accogliere oltre 41.000 fedeli. È realizzata in oro, marmo, pietre semi-preziose, ceramiche e cristalli. È dotata di 80 cupole, circa 1.000 colonne, lampadari placcati d'oro a 24 carati e il tappeto tessuto e annodato a mano più grande del mondo. La prima cerimonia della moschea è stato il funerale dello Sceicco Zayed, da cui prende il nome la moschea e il cui corpo è stato qui sepolto. A differenza di altre moschee di Abu Dhabi, la Gran Moschea dello Sceicco Zayed è aperta ai visitatori tutti i giorni, tranne il venerdì mattina quando l'ingresso è consentito solo ai fedeli.

  • Heritage Village

    Una visita all’Heritage Village, gestito dall'Emirates Heritage Club, permette di scoprire come si svolgeva la vita ad Abu Dhabi in passato. Gli aspetti tradizionali della quotidianità nel deserto, tra cui un falò con caffettiere, una tenda fatta con lana di capra e un sistema di irrigazione falaj, sono esposti nel museo aperto. Ci sono botteghe dove gli artigiani mostrano competenze tradizionali, come la lavorazione dei metalli e della ceramica, mentre le donne sono impegnate nella tessitura e nella filatura. Gli artigiani sono felici di condividere le loro abilità e a volte vi coinvolgeranno direttamente.

  • Isola di Saadiyat

    A soli sette minuti dal centro di Abu Dhabi e a 20 minuti dall'aeroporto internazionale di Abu Dhabi, l'isola di Saadiyat di 27 km quadrati sta subendo una notevole trasformazione, che la renderà un hub mondiale in ambito residenziale, commerciale, culturale e di intrattenimento. Al suo interno vi sarà la più grande concentrazione al mondo di beni culturali di primissimo livello, tra cui lo Zayed National Museum, il Louvre Abu Dhabi e il Guggenheim Abu Dhabi, tutti progettati da vincitori del premio Pritzker. 

  • Campi da golf

    Meta d’eccezione per giocatori appassionati, Abu Dhabi vanta campi da golf in città oltre che sulle nuovissime Yas Island e Saadiyat Island. Fra i tre campi da golf in città è annoverato l’Abu Dhabi Golf Club, sede dello European PGA Tour Abu Dhabi Golf Championship, con splendido campo a 27 buche. All’Al Ghazal Golf Club si gioca su un campo di sabbia a 18 buche. È firmato Gary Player il Saadiyat Beach Golf Club, il campo a 18 buche vista mare inaugurato sull’innovativa Saadiyat Island (marzo 2010). Su Yas Island ha invece aperto i battenti il primo Links Golf Course della città, disegnato da Kyle Phillips.

  • Deserto del Rub Al Khali

    Seduti in silenzio sotto un cielo blu senza nubi, cullati dal calore del sole che infuoca le dune, quasi intimiditi dall’intensa vastità degli spazi… Il vento sussurra lieve, a volte si fa irrequieto, gioca e danza con i granelli di sabbia… Poi il sole va a nascondersi dietro le dune e lascia spazio all’oscurità muta e avvolgente della notte.Tradotto con il nome di Empty Quarter, il maestoso deserto di Rub Al Khali è la più grande distesa di sabbia senza interruzione al mondo. Uno spazio immenso attraversato da dune sinuose, non a caso definito “mare di sabbia”… Solca i territori dell’Oman, oltrepassa i confini dell’Arabia Saudita, irrompe nell’Emirato di Abu Dhabi. E lo inonda di muta e struggente bellezza.